radiatori integrali al pesto di fave

Pubblicatoin primi

Abbiamo deciso di non commentare la bontà di questa pasta per invogliarvi a provarla. Vi consigliamo solo di avanzare un cucchiaio di pesto per l’aperitivo del giorno dopo: 2 crostini di pane, 2 fettine di cacciatorino, 2 calici di Prosecco… e non diciamo altro!

radiatori integrali al pesto di fave

per 2 persone

  • 180 gr di radiatori integrali
  • 200 gr di fave fresche (400 gr circa con il baccello)
  • 100 gr di pecorino romano
  • 100 ml di olio evo
  • QB sale, pepe nero

Sgusciate le fave e sciacquatele: non serve spellarle. In una pentola fate scaldare l’acqua per la pasta (2 l circa) e salatela al bollore. Nel frattempo iniziate a tritare il pecorino, tagliato a pezzetti, in un mixer, aggiungete le fave e qualche grano di sale grosso. Azionate più volte il robot e rendete il pesto sufficientemente fluido aggiungendo l’olio a filo. Quando l’acqua bolle buttate i radiatori. Una volta cotta la pasta (al dente) scolatela bene e conditela con metà del composto. Completate ogni porzione con una quenelle di pesto di fave, un filo d’olio a crudo e pepe nero macinato fresco. Servite subito.

# # # # #

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: