castagnaccio

Pubblicatoin dolci e desserts

“Uno dei ricordi dei primi mesi di scuola è la bustina di farina di castagne e zucchero che compravo da Gigi il castagnaro. Sai Fla, aveva un’Ape arrangiata alla bell’e meglio, altro che lo Street Food di oggi…” – “Che immagine tenera e suggestiva! Ti preparo il castagnaccio, Fab?” – “Yes, my darling!”

castagnaccio_fetta

per stampo tondo senza cerniera da 20 cm (8-10 porzioni)

  • 300 gr di farina di castagne
  • 70 gr di zucchero semolato
  • 75 gr di uvette
  • 2 cucchiai di rum
  • 60 gr di pinoli
  • 200 ml di latte
  • 180-200 ml di acqua
  • 4 cucchiai di olio evo
  • QB acqua per le uvette, sale fino

Sciacquate le uvette sotto l’acqua corrente poi mettetele a bagno, in una ciotolina, con un po’ d’acqua tiepida e i 2 cucchiai di rum. Preparate lo stampo ungendolo con un cucchiaio d’olio. Accendete il forno a 180° in modalità statica. Nella ciotola della planetaria, munita di foglia, mettete la farina, lo zucchero ed un pizzico di sale; azionate l’impastatrice a bassa velocità ed aggiungete il latte a filo per evitare la formazione di grumi, mettete un cucchiaio d’olio e, poco per volta, l’acqua sino ad ottenere un composto molto fluido. A macchina spenta incorporate le uvette ben sgocciolate e 2/3 dei pinoli, mescolate bene il tutto con una spatola in silicone: versate l’impasto nello stampo, irrorate con 2 cucchiai d’olio, distribuite uniformemente i pinoli rimasti ed infornate per 25′-30′. Appena la crosticina in superficie si spacca, formando una sorta di ragnatela, il castagnaccio è pronto e cotto alla perfezione!

castagnaccio_collage1

 

# # #

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: