uova indemoniate

Pubblicatoin secondi

Quando guardi una finale come quella del volley olimpico pensi che il demonio esista (nelle vesti dell’arbitro) ed inizi a vedere rosso… Fla ha avuto l’idea di riportare “il demonio” in questo piatto. C’è stata solo qualche indecisione su quale aggettivo utilizzare nel titolo: in ogni caso, tutti iniziano per “in” e finiscono per “te” (in…..te)!!! 😉

uova indemoniate

per 2 persone

  • 4 uova bio grandi
  • 40 gr di ‘nduja
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • QB sale Maldon

In una padella antiaderente scaldate l’olio, a fuoco dolce, aggiungete la ‘nduja leggermente sbriciolata, fatela sciogliere – senza soffriggerla – e sminuzzatela utilizzando una paletta antiaderente. Distribuite uniformemente il “demonio”, lavate le uova, rompetele una alla volta in una ciotolina e versatele nel condimento: finita l’operazione alzate la fiamma. Servendovi della paletta, mescolate la ‘nduja con gli albumi avendo cura di mantenere interi i tuorli. Quando il bianco è ben cotto spegnete il fuoco e lasciate raffreddare per qualche secondo, in questo modo si staccherà facilmente dalla padella. Completate con qualche fiocco di sale Maldon (esclusivamente sui tuorli) ed accompagnate le uova con pane fragrante ed un buon bicchiere di vino, possibilmente ghiacciato!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: