zuccotto di peperoni

Con questa cottura il peperone tira fuori tutta la sua dolcezza, contrastando benissimo la sapidità delle acciughe e dei capperi: un antipasto gustoso e scenografico da preparare in anticipo!

zuccotto di peperoni

per 2 persone

  • 1 peperone grande rosso o giallo (noi abbiamo utilizzato 1/2 rosso e 1/2 giallo)
  • 200 gr di patate
  • 1 cipollotto rosso di Tropea
  • 6 filetti di acciuga sott’olio
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 4 o 5 rametti di prezzemolo fresco
  • QB olio evo, sale, pepe nero

Sciacquate le patate, mettetele in una casseruola immerse in acqua fredda e cuocetele 20′ circa dal bollore (dipende dalle dimensioni, con i rebbi di una forchetta controllate la cottura). Mondate il cipollotto, tagliatelo a metà, tritatelo grossolanamente e mettetelo in una ciotola con 2 prese di sale fino. Lavate il peperone, asciugatelo bene e, in una padella molto calda e leggermente unta, fatelo scottare bruciacchiando la pelle su tutti i lati: ancora caldo inseritelo in un sacchetto di carta, chiudete e fate raffreddare. Nel frattempo sbucciate le patate ancora tiepide e schiacciatele con una forchetta (o con uno schiacciapatate) unite le acciughe spezzettate, i capperi dissalati, il prezzemolo tritato grossolanamente, 2 cucchiai d’olio e mescolate bene tutti gli ingredienti. Sciacquate il cipollotto, scolatelo accuratamente ed unitelo al composto: il tutto deve risultare omogeneo e ben amalgamato ma non troppo morbido. Completate con pepe nero macinato fresco, aggiustate di sale ed eventualmente aggiungete un po’ d’olio. A questo punto togliete la pellicina e tutti i semi dal peperone, dividetelo in falde larghe 3-4 cm e foderate una terrina di 12 cm di diametro (leggermente unta): dovrebbero avanzare un paio di falde delle 7-8 ottenute. Riempite il centro con il composto di patate, livellate bene il ripieno con il dorso di un cucchiaio e chiudete lo zuccotto con le strisce di peperone rimaste. Coprite con la pellicola trasparente e riponete in frigorifero per 1 o 2 h, in questo modo lo zuccotto si rassoderà e sarà più facile estrarlo dalla terrina: una volta sformato, lasciatelo a temperatura ambiente per circa 15′ e servite.

Annunci

commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...