brasato al barolo

Non ci sono parole per descrivere la bontà di questo “classico” della nostra tradizione. Vale la pena organizzarsi per cucinarlo e gustarlo!

brasato al barolo

per 4 persone

  • 700 gr di punta (o pesce) di manzo
  • 350 ml di vino Barolo
  • 1 cipolla bionda
  • 2 carote
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 foglie di alloro
  • 2 chiodi di garofano
  • 2 bacche di pimento
  • 2 grani di pepe nero
  • 1 stecca di cannella
  • 25 gr di burro
  • QB olio evo, sale

Sciacquate ed asciugate la carne, ponetela in un contenitore che lasci poco spazio intorno ad essa. Preparate la marinata con le carote e la cipolla tagliate a pezzetti, lo spicchio d’aglio privato della buccia, e tutti gli aromi: rosmarino, alloro, chiodi di garofano, pimento, pepe e cannella. Versate il prezioso vino sino a coprire bene la carne – nelle 12 ore successive (tempo minimo di riposo) anche le verdure verranno coperte dal liquido – sigillate il contenitore e mettetelo in frigorifero. Trascorso il tempo necessario estraete la carne dalla marinata ed asciugatela bene, con una schiumarola scolate le verdure dal vino, eliminando l’aglio e le erbe aromatiche, e conservate il liquido a temperatura ambiente. In una casseruola fate sciogliere il burro con 2 cucchiai d’olio e rosolate la carne su ogni lato per sigillarla bene: deve formarsi la crosticina. A questo punto, aggiungete le verdure della marinata e rosolatele per 10′ circa, salate, abbassate la fiamma e versate tutto il liquido conservato. Fate cuocere coperto, a fuoco dolce, per almeno 1 ora e 50′, girando il pezzo di carne 3 o 4 volte. Una volta pronto, togliete il brasato dalla casseruola ed avvolgetelo nell’alluminio per tenerlo in caldo e morbido; nel frattempo, sminuzzate le verdure (insieme al vino) con il mixer ad immersione, alzate la fiamma, e fate addensare il sughetto per qualche minuto. Affettate la carne non troppo sottilmente e servitela con almeno due cucchiai di condimento per porzione. Un ottimo connubio: polenta morbida (come nel nostro caso) oppure purè di patate (o di sedano rapa, o di topinambur, etc.). Se dovesse avanzare del brasato, affettatelo e copritelo con il sughetto rimasto: rimarrà morbidissimo. 😛

brasato al barolo marinata

Annunci

commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...