focaccia dolce all’uva rosé

Pubblicatoin panificati

Inauguriamo i panificati rivisitando una ricetta della tradizione toscana. Provatela anche voi con la vostra uva preferita

focaccia all uva rosé_fetta

per teglia in alluminio 40 x 30 cm (12 porzioni)

  • 450 gr di farina Manitoba
  • 450 gr di acini di uva rosé
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 25 gr di lievito di birra fresco (1 panetto)
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino scarso di sale
  • 4 cucchiai di zucchero

Nella planetaria munita di gancio unite la farina con 2 cucchiai di zucchero e il sale. In un dosatore sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e, continuando a far lavorare la planetaria per 10′, incorporatelo al composto insieme ai 2 cucchiai d’olio. Quando l’impasto si staccherà bene dalle pareti e sarà tutto intorno al gancio, estraetelo e lavoratelo per qualche minuto su un piano. Terminata questa fase riponetelo in una ciotola e, coperto con un canovaccio, lasciatelo riposare per un 1 h e 1/2 lontano da correnti d’aria (meglio se nel forno spento con la luce accesa). Passato il tempo adeguato, ungete leggermente il fondo della teglia e stendete l’impasto con le dita, anch’esse un po’ unte, schiacciando la pasta dal centro dello stampo verso il perimetro formando così uno spessore uniforme. Disponete gli acini d’uva, lavati ed asciugati in precedenza, affondandoli delicatamente nell’impasto. Spolverizzate la superficie con lo zucchero rimanente. Cuocete in forno statico, preriscaldato a 230°, per 30′. Quando la superficie della focaccia risulta dorata, sfornatela subito, estraetela dalla teglia e fatela raffreddare su una gratella per rendere croccante anche il fondo.

# #

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: