“quasi” vitello tonnato

Qual è uno dei piatti che rappresenta la nostra infanzia? Il vitello tonnato. Riscoperto da Rosanna (mamma/suocera) suggeritoci un sabato a pranzo e rivisitato immediatamente la domenica successiva, con somma soddisfazione!

"quasi" vitello tonnato

per 4 persone

  • 700 gr di lonza di maiale
  • 8 filetti di acciuga sott’olio
  • 2 foglie di alloro
  • 1 cipolla piccola
  • 2 carote piccole
  • 1 costa di sedano verde
  • 2 chiodi di garofano
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 150 ml di olio di arachidi
  • 1 uovo
  • 180 gr di tonno sott’olio
  • 2 cucchiaini di capperi sotto sale
  • 1 limone non trattato
  • QB sale, pepe

Togliete tutte le parti grasse dalla lonza (rimarranno circa 600 gr). Praticate 4 incisioni ed inserite in ognuna un filetto di acciuga e, successivamente, legate la carne con lo spago da cucina. In una pentola, non troppo ampia, mettete la lonza con l’alloro, la cipolla le carote e il sedano tagliati grossolanamente, i chiodi di garofano e il vino, aggiungete acqua fredda fino a un paio di cm sopra a tutti gli ingredienti. Mettete sul fuoco a fiamma viva, al bollore abbassate al minimo e fate cuocere per 1 ora e 20′. A fine cottura, slegate la carne e fatela raffreddare nel suo brodo (ottimo per risotti). Nel frattempo dedicatevi alla salsa. Per la maionese versate nel bicchiere del frullatore a immersione l’olio, l’uovo e un pizzico di sale, azionate il frullatore alla massima velocità sino ad ottenere una crema densa, spremete poche gocce di limone e mescolate leggermente. In una ciotola sminuzzate con una forchetta le acciughe rimaste e i capperi dissalati, aggiungete il tonno sgocciolato e continuate a lavorare sino ad ottenere un composto omogeneo che unirete alla maionese, aggiustate di sale e pepe. Se necessario, fluidificate la crema con qualche cucchiaio di brodo filtrato. A questo punto estraete dal brodo la lonza ed affettatela sottilmente, disponetela su un piatto da portata alternando carne e salsa tonnata e terminando con quest’ultima. Guarnite con fette di limone e lasciate riposare in frigorifero per un paio d’ore. Servite fresco completando, a piacere, con cetriolini sott’aceto.

Annunci

commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...